Serigrafia

  • Bilancia digitale di precisione con tara divisione 1 grammo
  • Cerniere per serigrafia per costruirsi un banco economico
  • Spatola serigrafia miscelazione inchiostro
  • Barattolo in plastica per miscelare inchiostri
  • Flacone in plastica per inchiostri da 250ml con tappo dosatore
  • Spruzzino dosatore per solventi ed alcool
  • Vaschetta stendi gelatina in alluminio varie misure
  • Panni per pulizia in ovatta di cellulosa
  • Film in poliestere per stampanti laser
  • Carta siliconata per transfer serigrafici
  • Essiccatore a rastrelliera da 50 ripiani cm 90×65

La serigrafia o stampa serigrafica, utilizza come matrice un tessuto sintetico in poliestere che a secondo delle lavorazioni varia per diametro di filo e per apertura maglia, il quale, viene tesato su un riquadro in legno o in metallo definito “quadro serigrafico”.

Domande e risposte

I file in vettoriale, al contrario di una bitmap o una immagine jpeg, sono composti da tracciati che possono essere modificabili tramite appositi programmi di grafica, sia per quanto riguarda il colore sia nelle dimensioni dei tratti utilizzati, in modo da poter creare una pellicola serigrafica ottimale per la migliore resa in fase di stampa.

Se l’immagine è un colore pieno definito anche tinta piatta è sufficiente controllare che l’intensità del colore dell’immagine sia nera al 100% in scala colore CMYK.

Se invece si tratta di una immagine con sfumature, occorre trasformare l’immagine in forma retinata.       Ciò significa che le sfumature vengono riprodotte sotto forma di punti geometrici più o meno grandi, per dare l’effetto ottico delle varie tonalità del colore sfumato.

L’emulsione fotosensibile viene stesa sul telaio con una vaschetta in alluminio pre-affilata, chiamata stendigelatina. La lunghezza della vaschetta è importante e deve essere sempre più corta di qualche centimetro del lato interno del telaio.

La sequenza per una corretta stesura dell’emulsione fotosensibile può essere suddivisa in 5 passaggi:

  1. Lavorando in penombra o a luce gialla, si riempie la vaschetta di gelatina.
  2. Tenendo il telaio verticale, si accosta la vaschetta al telaio stesso, lato esterno,

si inclina la vaschetta in modo che la gelatina vada a contatto con il tessuto e con un             movimento lento e regolare si solleva la vaschetta lungo tutto il telaio, esercitando una moderata pressione.

Il risultato che vogliamo ottenere è uno strato di emulsione sottile e uniforme su tutta l’area del telaio.

  1. Quando siamo in sommità del telaio, raddrizziamo la vaschetta e immediatamente dopo la stacchiamo dal telaio.
  2. Ripetiamo l’operazione per due volte dal lato interno del telaio.
  3. Girando nuovamente il telaio sul lato esterno, usiamo la vaschetta come un raschietto

e con un analogo movimento dal basso verso l’alto raccogliamo la gelatina in eccesso.

Un telaio emulsionato può essere conservato in condizione di buio totale per non più di una decina di giorni, l’emulsione tenderà a indurirsi troppo per poter essere sviluppata.

Un telaio inciso dura per un tempo indefinito a prescindere dalle condizioni ambientali o luminose.         La sua durata in caso di un alto numero di stampe, dipende da quanto e come viene utilizzato: se utilizzato e pulito correttamente può durare per un numero elevatissimo di stampe ed essere riutilizzato nel tempo.

Se andremo a stampare su tessuti è consigliabile un inchiostro all’acqua se vogliamo farlo asciugare all’aria;

altrettanto consigliato l’utilizzo di inchiostro a solvente Plastisol se abbiamo la possibilità di polimerizzare l’inchiostro a cottura tramite un forno o una pressa a caldo per una corretta essiccazione dell’inchiostro.

Per stampare su superfici plastiche, metalli, vetro legno o altra natura, l’inchiostro sarà sempre a solvente associato al proprio diluente per una resa ottimale.

Non ultimo, esistono primer che vengono utilizzati come trattamenti su materiali difficili per garantire una maggiore adesione degli inchiostri.

Sono sempre consigliabili delle prove di tenuta dell’inchiostro sul materiale da stampare.